Occhi di cani e gatti - Cosa fare in caso di lesioni?

di

Gli occhi di cani e gatti hanno alcune caratteristiche speciali: come cacciatori, essi dipendono dal vedere al crepuscolo, individuando i più piccoli movimenti e non perdendo mai di vista l'ambiente circostante. Ma i loro occhi possono anche essere feriti o malati. Cosa puoi fare se il tuo gatto o il tuo cane ha una lesione o un'infiammazione all'occhio?

Problemi con gli occhi del mio cane, una cliente racconta

Il mio cane Spyro ha 3 anni e soffre di gravi arrossamenti agli occhi da 2 anni. Durante il primo anno, ha continuato ad avere gli occhi gonfi e anche la congiuntivite. All'inizio, il veterinario gli ha prescritto due trattamenti antibiotici, purtroppo senza nessun successo o miglioramento.

In seguito, il veterinario ha provato con delle gocce per gli occhi perché pensava si trattasse di un'allergia. Ma anche queste gocce non hanno funzionato!

Alla fine ho scoperto la soluzione ANIBIO per la cura degli occhi di ANiFiT, che contiene eufrasia, amamelide e pioppo, e da allora Spyro ha finalmente una vita senza fastidi agli occhi, il rossore è scomparso e il pelo intorno agli occhi sta ricrescendo! Sono molto felice di aver scoperto questo prodotto naturale!

 

Soluzione per la cura degli occhi di cani e gatti

La soluzione per la cura degli occhi in forma di goccia è facile da dosare ed è un prodotto naturale puro senza aggiunta di sostanze chimiche, conservanti o profumi. La soluzione delicata ha un effetto antibatterico e antinfiammatorio ed è ideale per la pulizia e la cura degli occhi.

Acquista qui

Lesioni o malattie degli occhi in cani e gatti

Gli occhi di cani e gatti possono contrarre una serie di malattie o lesioni. È importante riconoscere quando si tratta di un'emergenza che richiede un intervento rapido.

Le malattie oculari possono colpire tutte le parti dell'occhio Naturalmente, le strutture che non sono protette dall'orbita sono particolarmente suscettibili di lesioni: le palpebre e la cornea. Le ferite causate per esempio da spine, semi d'erba o anche artigli di gatto possono lacerare la palpebra da un lato, risultando in una lesione evidente, o colpire anche la cornea.

Lesioni alla cornea degli occhi di cani e gatti

Le lesioni della cornea non sono sempre facili da determinare. Il veterinario può colorare la cornea con la fluoresceina, un colorante che brilla di verde con la luce blu. Una cornea sana e intatta non può essere macchiata e la superficie è liscia e chiara. Tuttavia, se viene graffiata o danneggiata, il colorante si depositerà lì e il danno diventerà visibile. Tali lesioni devono sempre essere trattate con gocce o pomate. Se la ferita è profonda, può anche essere necessario ricucire la cornea.

Alcune razze di cani e gatti con nasi molto corti e occhi relativamente grandi (gatti persiani, carlini, bulldog, pechinesi, ecc.) hanno un rischio maggiore di ferire le loro cornee. Da un lato, le palpebre possono a volte chiudersi solo in modo incompleto, dall'altro, spesso si feriscono quando cercano di grattarsi la testa sul pavimento o sul muro.

Lacerazioni delle palpebre di cani e gatti

Anche le lacerazioni delle palpebre devono essere trattate da un veterinario. Le lesioni più grandi, in particolare, possono portare le palpebre a non chiudersi più correttamente. L'occhio diventa così più suscettibile alle ferite e si asciuga anche più rapidamente.

Indipendentemente dal tipo di lesione, l'occhio deve essere protetto da ulteriori lesioni da graffi e sfregamenti, il che può essere fatto con un collare sufficientemente grande.

Lesioni agli occhi dovute agli artigli dei gatti

Le lesioni agli occhi causate da un artiglio di gatto possono essere particolarmente pericolose. Spesso poco o niente si vede esternamente fino a quando il cane o il gatto comincia a stringere l'occhio, vuole grattarsi costantemente, e l'occhio diventa rosso, acquoso e gonfio.

Gli artigli dei gatti spesso lasciano solo piccole ferite puntute, ma possono penetrare in profondità attraverso la cornea nella camera anteriore dell'occhio e nel cristallino. Ciò comporta un serio rischio di infezione, di cicatrizzazione della cornea e, nel peggiore dei casi, l'animale può diventare cieco come risultato.

Infiammazione dell'occhio in cani e gatti

Le infezioni agli occhi sono particolarmente comuni nella stagione dei pollini e in caso di correnti d'aria. Le reazioni allergiche e le infezioni di solito si verificano su entrambi i lati. Possono manifestarsi con un aumento della lacrimazione attraverso uno scarico da bianco a giallo e verdastro, palpebre e congiuntive arrossate e gonfie.

Finché l'animale ha gli occhi ben aperti e lo scarico è chiaro o leggermente biancastro, rimedi come l'eufrasia (Euphrasia) possono dare sollievo. L'eufrasia è contenuta, per esempio, nella soluzione per la cura degli occhi ANIBIO.

Se il tuo cane o gatto chiude uno o entrambi gli occhi o lo scarico dell'occhio diventa purulento (giallo, verde), dovresti dare un'occhiata più da vicino. Piccoli corpi estranei come semi d'erba, forasacchi o particelle di sporco possono irritare la congiuntiva o addirittura danneggiare la cornea.

I corpi estranei dovrebbero essere rimossi il prima possibile. In questo caso, di solito solo un occhio è infiammato, l'altro rimane illeso.

Fondamentalmente, le lesioni agli occhi e le infiammazioni unilaterali vanno sempre trattate da un veterinario, meglio prima che dopo!

Perché gli occhi dei cani e dei gatti brillano?

Una particolarità sorprendente sono gli occhi «scintillanti» di cani e gatti. Ciò è dovuto al «tapetum lucidum» (dal latino, tappeto luminoso): si tratta di uno strato riflettente situato dietro la retina. Quando la luce colpisce questo strato, viene riflessa e passa attraverso la retina una seconda volta. La luce è per così dire «raddoppiata» e permette all'animale di vedere anche al crepuscolo e in condizioni di scarsa luminosità.

Visione a tutto tondo e profondità di campo per cani e gatti

Gli animali cacciatori, a differenza di quelli cosiddetti «da fuga» come i cavalli o i conigli, hanno gli occhi diretti lateralmente davanti. I cani hanno una visione a tutto tondo di circa 240 gradi. Il campo visivo di entrambi gli occhi si sovrappone. Nei cani sono circa 60 gradi (negli umani circa 120 gradi) in cui la visione binoculare e quindi la profondità di campo diventa possibile: ciò è importante per catturare la preda con un colpo di zampa o un morso mirato. Tuttavia, gli umani hanno una migliore percezione spaziale.

Percezione del colore, della luce e del movimento

Anche i cani e i gatti vedono i colori, ma in modo meno colorato di noi umani. I cosiddetti coni nell'occhio sono responsabili della percezione dei colori. Mentre la retina di un cane ha solo circa 100.000 coni, gli umani ne hanno circa 1,2 milioni.

Al contrario, i cacciatori hanno più bastoncelli sensibili alla luce degli umani, il che è un vantaggio al crepuscolo.

I gatti e i cani possono individuare i movimenti alla velocità della luce anche a grandi distanze. D'altra parte, vedono cose o altri animali molto peggio quando rimangono immobili.

In natura, una buona visione è essenziale per la sopravvivenza. Pur come vivono oggi i nostri cani e gatti, la vista rimane ancora molto importante, anche se gli animali con scarsa vista, con un occhio solo o addirittura ciechi possono sopravvivere e affrontare il loro ambiente senza problemi.


Se hai bisogno di maggiori informazioni, contattaci.

<  Vai alla panoramica

Prodotti corrispondenti del nostro assortimento

Soluzione per la cura degli occhi ANIBIO

CHF 12.50
(ANIBIO soluzione per la cura degli occhi)

Vai all'articolo

Categorie

Ultimi post

Cosa contengono gli ingredienti del nostro cibo per cani e gatti

18.07.2022 di Nicole Cannellotto

Vai all'articolo

I nostri processi di produzione del cibo per cani e gatti

13.07.2022 di Nicole Cannellotto

Vai all'articolo